Istituita, in via sperimentale, l’”Area pedonale” Via dei Sosii

Si comunica alla cittadinanza che, con ordinanza n.540 del 21/12/2023, è stata istituita, in via sperimentale, l’”Area pedonale” denominata Via dei Sosii dalla intersezione Via Domenico Giuliani/via dei Sosii alla convergenza con Via di Ponte Gregoriano, in cui la circolazione dei veicoli autorizzati al transito sarà regolamentata con senso unico di marcia da Via Domenico Giuliani alla convergenza con Via di Ponte Gregoriano. È stata inoltre istituita l’“Area pedonale” denominata Via Boselli-Piazza Trento-Via Santa Maria Maggiore.

Per entrambe le zone pedonali valgono gli stessi criteri relativi al divieto di transito e sosta già in vigore per le altre zone pedonali attivate nel territorio comunale, salvo deroghe limitate a transito e fermata antistante l’ingresso della Scuola San Getullio che insiste su Piazza Trento, per il tempo strettamente necessario e destinate esclusivamente, per l’Area pedonale Via Boselli-Piazza Trento-Via Santa Maria Maggiore – limitatamente al tratto di Via Boselli - agli utenti della stessa Scuola San Getullio muniti di permesso concesso a seguito di presentazione di attestazione di frequenza, rilasciata dall’istituto scolastico e da rinnovare annualmente.

È stato mantenuto in funzione l’impianto di rilevazione degli accessi in Via dei Sosii all’altezza del civico nr. 32, mentre l'Area Pedonale Via Boselli-Piazza Trento-Via Santa Maria Maggiore sarà, al momento, regolamentata da apposita segnaletica stradale. L’impianto si attiverà dalle ore 00:00 alle ore 24:00 tutti i giorni, festivi inclusi consentendo il carico e scarico delle merci nelle fasce orarie 06.00-10.30 e 15.00-17.00, utilizzando gli spazi autorizzati ed il transito, senza limiti di orario, nell’Area pedonale Via dei Sosii dei residenti, proprietari - ovvero in possesso di legittimo titolo di godimento - di garage, cantine e/o posto auto privato nella stessa Via dei Sosii, in Via Domenico Giuliani, via della Limara, largo G. Crocchiante, vicolo del Pilaro, vicolo degli Orti, vicolo Sant’Antonio, vicolo Maggi, vicolo Torlonia, vicolo Lolli di Lusignano, vicolo del Labirinto, vicolo Boccaccini, via Sant’Andrea, via San Vincenzo, piazza San Vincenzo e vicolo San Vincenzo.

È consentito, senza limitazioni di orario, il transito delle linee di trasporto pubblico urbano già in essere e il transito, senza limiti, dei veicoli al servizio delle persone disabili, muniti di contrassegno regolamentare in corso di validità, consentendo la fermata e la sosta di breve durata agli stessi veicoli, a condizione di non arrecare intralcio alla circolazione.

Per il Varco è stabilito un periodo di pre-esercizio, con sistema di rilevazione automatica delle violazioni per l'accesso in Via dei Sosii – di gg. 30 (trenta) a decorrere dall'entrata in vigore della presente Ordinanza, periodo nel quale l'accesso sarà presidiato costantemente, compatibilmente con le esigenze di servizio, da personale comandato della Polizia Locale.

L’obiettivo che ha spinto all’istituzione dell’”Area pedonale” è quello della massima fruizione del territorio. L’Amministrazione comunale ha rilevato come “le Z.T.L. ed Aree Pedonali già introdotte abbiano prodotto un indubbio riscontro positivo nel perseguire l’obiettivo strategico di una razionalizzazione della circolazione veicolare nel Centro Storico e conseguentemente portato ad un miglioramento delle condizioni di vivibilità, oltre ad una maggiore tutela della salute pubblica, dell’ambiente e del patrimonio artistico”.

La zona è infatti di rilevante interesse artistico-monumentale: l’area di Via Boselli - Piazza Trento - Via di Santa Maria Maggiore vede infatti la presenza della Chiesa di Santa Maria Maggiore, importante esempio di facciata romanica con successive rielaborazioni anche rinascimentali, mentre il tratto di Via dei Sosii ricompreso tra l’intersezione Via Domenico Giuliani/Via dei Sosii e l’intersezione Via dei Sosii/Via di Ponte Gregoriano, aperto dalla caratteristica “ Fontana di Gemma”, particolarmente presente nella storia aneddotica Tiburtina, è caratterizzato nel suo mezzo dalla presenza del monumentale Palazzo Regnoni-Macera. Si è pertanto ritenuto opportuno modificare l’attuale disciplina della sosta e circolazione dei veicoli a motore in via dei Sosii e aree limitrofe per creare maggior possibilità di utilizzo pedonale e vivibilità della strada ampliando così la zona destinata al passeggio, alla socializzazione ed alla fruizione sempre più ampia del Patrimonio artistico, da parte della cittadinanza e dai turisti.